Home » Servizi » Metodi di posa dei rivestimenti

Metodi di posa dei rivestimenti

La posa delle piastrelle può essere effettuata anche da una persona che ha una buona dimestichezza con il fai da te. Tipicamente conviene contattare un’azienda specializzata in questo tipo di lavoro, ma è importante comunque conoscerne le problematiche ed i segreti, per poter seguire il lavoro sapendo cosa verificare.

Preparazione del supporto

Prima di procedere con la posa di un pavimento o di un rivestimento murale è importante che la superficie da ricoprire sia pulita e perfettamente livellata. Qualsiasi irregolarità sulla base si rifletterà in una problematica di posa o nel posizionamento scorretto di alcune piastrelle. I rivestimenti oggi disponibili in commercio si possono posare anche su un pavimento preesistente, non è quindi necessario rimuovere il rivestimento precedente prima di provvedere alla posa.

La colla


I rivestimenti in cotto, gres o marmo vengono essenzialmente incollati al supporto. Per farlo si utilizza un apposito collante, disponibile in polvere, che va miscelato al momento dell’uso. Il disseccamento avviene nell’arco di alcune decine di minuti, quindi non è necessario affrontare il lavoro con eccessiva rapidità: basta preparare piccole quantità di collante man mano si sviluppa il lavoro.

Metodi di posa


Le piastrelle, il marmo, il cotto, possono essere posate seguendo diversi schemi. Il più tipico consiste nel disporre le piastrelle in file parallele alle pareti. Quando si utilizzano rivestimenti disponibili in piastrelle rettangolari in genere risulta più gradevole mantenere una posizione del lato lungo perpendicolare alle vie di accesso alla casa, ove possibile. Nelle stanze e nelle abitazioni in cui non si ha la certezza dia vere delle pareti perfettamente perpendicolari tra loro è opportuno cominciare con la posa parallelamente alle porte delle stanze, in modo da creare un rivestimento gradevole.

Pose particolari


Con i rivestimenti si possono creare anche delle vere e proprie opere d’arte, disponendoli in modo originale e creativo. Con il marmo ad esempio si possono creare riquadri, variando il colore del rivestimento, per dare vita a veri e propri disegni. Il metodo che spesso si adotta per dare un poco di movimento ad una pavimentazione consiste nel disporre le piastrelle obliquamente alle pareti, con un angolo di 45°. Oppure si dispongono piastrelle di colori diversi a formare riquadri e cornici.

Il rivestimenti


La scelta di un metodo piuttosto che di un altro dipende anche dai gusti personali, e dal tipo di rivestimento scelto. I rivestimenti disponibili in commercio sono molti, e in linea generale tutti hanno buone caratteristiche di resistenza all’usura. Per saperne di più è possibile consultare le pagine dei rivenditori specializzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website