Home » Forex » Turismo Enogastronomico a Roma

Turismo Enogastronomico a Roma

Tra i percorsi più amati dai buongustai che vogliono non soltanto deliziare il palato ma anche gli occhi visitando luoghi incantevoli e ricchi di storia e cultura, è d’obbligo parlare della zona dei Castelli Romani che comprende sedici comuni nei pressi dei Colli Albani e occupa una superficie totale di 434 chilometri quadrati. Sin dall’epoca romana le piccole cittadine a sud-est di Roma erano apprezzate per il paesaggio e per la qualità della vita. Molti reperti archeologici testimoniano l’esistenza sui colli romani di numerose ville edificate come luoghi di riposo da importanti personaggi dell’antichità come Cicerone e gli imperatori Flavi.

I castelli romani e la loro storia

La denominazione di Castelli Romani fu assunta in età feudale, quando sorsero castelli e fortificazioni in seguito alle lotte fra le famiglie nobili romane; molte ville fortificate sono tuttora in un buono stato di conservazione e rappresentano un patrimonio artistico inestimabile. Tra tutte, domina Villa Aldobrandini, situata nel centro di Frascati, con il suo meraviglioso parco animato da fontane e giochi d’acqua. Spostandoci da Frascati, nel vicino comune di Grottaferrata, è possibile visitare una delle più suggestive abbazie italiane: l’abbazia di S.Nilo. D’epoca bizantina, essa conserva l’originaria tradizione liturgica italo-greca, in una forma rituale che risale al periodo della dominazione bizantina in Italia.

Scendendo verso il lago di Albano è possibile raggiungere Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva del Papa. Il Palazzo Pontificio comprende un vasto parco e la Specola Vaticana, cioè il rinomato osservatorio astronomico fondato da Gregorio XIII.

Il tour enogastronomico nei colli romani

I Colli Romani deliziano in tutti i sensi, non ultimo quello del gusto, con una cucina che ammalia con sapori e profumi di una terra molto generosa. La qualità degli ortaggi e della frutta coltivati sui colli romani è risaputa fin dall’antichità e le piantagioni del broccolo romano risalgono a tempi remoti. Nei pressi di Velletri si trovano coltivazioni di cavolo nero, molto usato nella cucina povera tradizionale, mentre la zona di Nemi è famosa per le sue fragole piccole e dolci.

I turisti che visitano i colli romani non possono fare a meno di assaggiare la porchetta di Ariccia e i pregiati vini dei Castelli. La preparazione della porchetta deriva da un’eredità millenaria, quando i primi abitanti della zona, circa 3 mila anni fa, preparavano la porchetta per celebrare la nascita della Lega Latina e la offrivano in sacrificio al Dio Marte.

I vini prodotti nel territorio dei Castelli Romani hanno delle ottime qualità organolettiche poiché i terreni sono di origine vulcanica. Il vino doc Frascati, celebre in tutto il mondo e vanto di Papi e di poeti, è un vino bianco così come il vino Doc Colli Lanuvini. Tutti i Colli vengono festeggiati durante la Sagra dell’Uva che si tiene la prima settimana di ottobre, nel corso della quale dalla famosa fontana del Mori sgorga il vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website