Home » Giochi online » Il futuro delle scommesse sarà solo sul device mobile?

Il futuro delle scommesse sarà solo sul device mobile?

Grazie ai dispositivi mobili, che ormai sono diventati anche troppi sul mercato sia estero che italiano, sono cambiati anche molti business, tra cui quello delle scommesse. Global Online Gambling e Betting Market 2015 ha eseguito un rapporto sulle giocate e ha ammesso che le scommesse da mobile stanno aumentando giorno dopo giorno e per il 2018 potrebbero raggiungere il 40% del mercato totale. Scommettere online è preferito da tutti perché trova un punto di forza grazie alla possibilità di puntare praticamente in tempo reale.

Scommettere con il mobile, attraverso smartphone o tablet, costituisce, come abbiamo già ribadito, una comodità per l’utente in quanto può giocare direttamente da casa propria o in qualunque posto si trovi senza dover essere costretto a fare code chilometriche in una delle tante sale scommesse fisiche presenti nelle nostre città. Le applicazioni sviluppate dai vari operatori di scommesse, invece, sono moltissime e sono create ad hoc per facilitare e velocizzare le puntate praticamente su qualsiasi avvenimento sportivo 24 ore su 24. Basta semplicemente lanciare l’app di Paddypower.it ad esempio e nel giro di un paio di minuti la giocata è conclusa. A quel punto non bisogna fare altro che attendere l’esito del match o di tutte le partite scelte e sperare di aver centrato la “bolletta” per riscuotere. La nuova tipologia di scommessa denominata live, poi, sembra essere proprio fatta per gli scommettitori che amano puntare su mobile. Mentre si sta guardando la partita davanti alla tv o addirittura allo stadio, si lancia l’app e si punta.

Ed allora quali saranno le abitudini degli scommettitori italiani? Sempre più smartphone e tablet o si continuerà ad andare nelle sale scommesse sotto casa? Probabilmente la verità sta nel mezzo, continueranno ad esistere entrambe le possibilità, ma è indubbio che il numero di coloro che si convertirà alla tecnologia sarà aumentato notevolmente. La comodità, in fondo, è un incentivo che non va sottovalutato affatto. E la tecnologia, si sa, è terribilmente comoda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website